Mi chiamo Lino!

Mi chiamo Lino!

Quando intervistano Lino, spesso gli chiedono se il suo nome è un diminutivo…

“Io porto il nome di mio nonno, non è un diminutivo. Mio nonno quando ero piccolo, al limite della tortura psichica, mi faceva dei lunghi cazziatoni:

“perché ricordati quando te lo chiederanno, tu ti chiami Lino, non è un diminutivo, sei Lino punto e basta! Addirittura San Lino è il primo papa della chiesa.”

Io che ero piccolo, ma già rompiscatole, dicevo:

“Nonno in realtà il primo papa è Pietro, non Lino.”

E nonno:”No! C’è scritto sul calendario.”

Mio nonno leggeva San Lino primo papa, cioè come se fosse il primo papa e non leggeva, San Lino virgola papa; aveva una forma di mitomania. Quando sento nominarmi in realtà penso a lui, quando c’era mio nonno, a cui per altro pare che io somigli più di quanto non sia usuale. La prima volta che mi fece questa predica, che poi si è iterata negli anni, ne avevo forse cinque più o meno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *