Lino's style

Sul calar dell’anno il dubbio amletico che ci attanaglia è il seguente: quale outfit rende giustizia e valorizza al meglio il nostro beniamino? Camicia o maglione? Versione smoking elegante alla CC (Claudio Conforti) o street style, casual – pseudo trasandato alla MM (Massimo Miele)?

A parte il fatto che non è possibile resistere al fascino di CC in smoking, per cui la domanda è retorica, non cadiamo in errore confondendo però i due piani del Lino attore e del Lino “ragazzo della porta accanto”, anche se tendono a sovrapporsi irrimediabilmente visto che qualche capo lo “ricicla” dal set!

Tralasciando per il momento la collezione di T-shirt che celebreremo con un articolo ad hoc, il Lino “uno de noaltri” predilige alcuni abbinamenti “ton sur ton”: vedi il caso del jeans sul jeans, molto tuta blu da uomo tuttofare, che tradisce un gusto semplice da giovane intellettuale, da prof. spettinato e un po’ stropicciato agli antipodi del più banale dei fashion victim. Sullo stesso filone i maglioncini a costa inglese con qualche digressione mélange e i dolcevita a maglia rasata da portare con o senza giacca sportiva.

Sul fronte lavorativo che dire del completo giacca pantalone in tessuto lucido sfoggiato di recente durante un recital?

A quest’uomo tutto si perdona col fisico che si ritrova! Per noi e per buona pace di tutti Lino sta bene con qualunque cosa, sacco dell’immondizia compreso!

Il suo charme è indiscutibile soprattutto in monocromatico “total black”, vivamente raccomandato con cravattino d’ordinanza (altrimenti disadorno fa un po’ sacerdote in borghese!) mentre per quanto riguarda eventuali sue future interpretazioni sul piccolo/grande schermo non osiamo pensare all’effetto “divisa” (è o non è il nostro capitano?) … e allora, come direbbe una mia amica, ADIEU!

RS

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *