Biografia

BIOGRAFIA

Chi è Lino Guanciale? Per chi fosse vissuto negli ultimi anni su un’isola deserta senza né cinema, né TV e, comprensibilmente, senza teatro, azzardiamo una risposta in poche righe.

Ce ne sarebbe una breve: è un attore. Ma al giorno d’oggi, quando basta aver urlato in un reality per vedersi dischiusa una carriera televisiva, o aver partecipato a un talent per scalare le stelle del firmamento cinematografico, parlare di un vero attore non è affatto scontato. Lino, tuttavia, lo è, eccome!

Non ci sono né isole né grandi fratelli nella sua carriera ma un inizio da ragazzo comune nato nella provincia italiana (Avezzano)  che dopo il liceo scientifico si iscrive alla Facoltà di Lettere e Filosofia presso la “Sapienza” di Roma e che trova anche il tempo per praticare il rugby ai massimi livelli (nazionale under 16 e under 19) per poi approdare, finalmente, all’Accademia di Arte Drammatica di Roma, dove si diploma nel 2003 conseguendo il Premio Gassman.

E poi? Poi comincia quella che una volta si chiamava la “gavetta”, una parola purtroppo sconosciuta nel modo d’oggi, dove tutti vogliono “arrivare” subito e dove molti fanno credere che ciò sia possibile senza fatica e senza un impegno lungo e costante.

Fin dagli inizi, Lino, è stato diretto e notato da grandi nomi del teatro italiano: primo fra tutti dal grande Gigi Proietti, che lo ha diretto nel Romeo e Giulietta di Shakespeare al Globe Theatre di Roma (chi ci è stato sa che atmosfera vi si respiri), ma anche da Luca Ronconi, Claudio Longhi (che lo dirige in pieces di ogni tipo, da Camus a Sanguineti a Brecht, etc.), Massimo Popolizio (del quale ricordiamo un recente e folgorante Ragazzi di vita con Lino narratore-alter ego di Pasolini) e da Michele Placido, che dopo averlo diretto in Fontamara (qualcuno ricorderà una versione televisiva del romanzo di Silone interpretata proprio da Placido) lo ha voluto nel suo film Vallanzasca – Gli angeli del male, nel ruolo di Nunzio.

Il teatro è indubbiamente la sua passione più forte e il palcoscenico il giusto posto per lui, come chiunque lo abbia visto non tarderà a confermare  e come il numero e la qualità degli spettacoli cui ha preso parte sta a testimoniare più di ogni altra parola.

Ma la notorietà, il successo e forse anche l’interesse di te che ora stai leggendo le righe di questo blog, sono dovuti a cinema e televisione.

Anche qui è stato diretto da maestri di prim’ordine: da Carlos Saura che gli ha fatto impersonare niente meno che Wolfgang Amadeus Mozart (in Io, Don Giovanni), da Woody Allen per il quale ha girato To Rome with Love, dai fratelli Taviani (in Maraviglioso Boccaccio), senza disdegnare il cinema giovane e i nuovi autori, ricordiamo l’ultimo e divertente film di Vincenzo Alfieri I Peggiori in cui Lino veste i panni di un supereroe/antieroe suburbano.

E’ la televisione a sancire notorietà e successo, non solo come attore ma anche come sex symbol: una volta c’erano gli sceneggiati, oggi ci sono le fiction, e Lino ha prestato il suo volto a molti personaggi del piccolo schermo. Ricordiamo, fra le altre, Che Dio ci aiuti, Non dirlo al mio capo, L’allieva e La porta rossa, quest’ultima un’operazione atipica nel panorama della fiction italiana, e un tentativo di noir “metafisico” scaturito dalla fertile penna di Carlo Lucarelli.

Che altro dire? Forse abbiamo detto anche troppo, ma per chi volesse meglio documentarsi ecco una lista dei principali lavori nei quali il nostro Lino appare come protagonista o meno.

 

Cinema

Arrivano i Prof.– regia di Ivan Silvestrini (2017)

La casa di famiglia– regia di Augusto Fornari (2017)

I peggiori, regia di Vincenzo Alfieri (2017)

Preghiera, regia di Davide Cavuti (2017)

The Space Between, regia di Ruth Borgobello (2016)

Un’avventura romantica, regia di Davide Cavuti (2016)

Maraviglioso Boccaccio, regia di Paolo e Vittorio Taviani (2015)

Happy Days Motel, regia di Francesca Staasch (2012)

L’estate sta finendo, regia di Stefano Tummolini (2012)

La scoperta dell’alba, regia di Susanna Nicchiarelli (2012)

Il volto di un’altra, regia di Pappi Corsicato (2012)

To Rome with Love, regia di Woody Allen (2012)

Il sesso aggiunto, regia di Francesco Antonio Castaldo (2011)

Il gioiellino, regia di Andrea Molaioli (2011)

Vallanzasca – Gli angeli del male, regia di Michele Placido (2010)

La prima linea, regia di Renato De Maria (2009)

Io, Don Giovanni, regia di Carlos Saura (2009)

Il mio domani, regia di Marina Spada (2011)

 

 

Televisione

L’allieva 2, regia di Fabrizio Costa (2018)

Non dirlo al mio capo 2, regia di Riccardo Donna (2017)

La porta rossa, regia di Carmine Elia (2016)

Che Dio ci aiuti 4, regia di Francesco Vicario  (2016)

Non dirlo al mio capo, regia di Giulio Manfredonia (2015)

L’allieva, regia di Luca Ribuoli  (2015)

Il sistema, regia di Carmine Elia (2014)

Che Dio ci aiuti 3, regia di Francesco Vicario  (2014)

Una grande famiglia 3, regia di Riccardo Donna (2014)

La dama velata, regia di Carmine Elia – 12 episodi (2013)

Una grande famiglia 2, regia di Riccardo Milani (2013)

Che Dio ci aiuti 2, regia di Francesco Vicario  (2012)

Una grande famiglia, regia di Riccardo Milani (2011)

Il segreto dell’acqua, regia di Renato De Maria (2010)

 

 

 

Teatro

Come se Fosse lei, regia di Pino Quartullo

La Classe operaia Va in Paradiso, regia di Claudio Longhi (2018)

Itaca, regia di Davide Cavuti, (2017)

Istruzioni per non morire in pace (2017)

Ritratti d’Autore, regia di Davide Cavuti, per “Agiscuola Abruzzo” (2017)

Un bel dì saremo progetto di Claudio Longhi per ERT  (2017/2019)

Ragazzi di vita di Pier Paolo Pasolini, regia di Massimo Popolizio – Teatro Argentina di Roma (2016)

Carissimi padri progetto di Claudio Longhi (2015/2016)

Beni comuni – Un teatro partecipato, per una cultura condivisa (2014)

Il ratto d’Europa – Per un’archeologia dei saperi comunitari, ideato e diretto da Claudio Longhi (2012/2013)

La resistibile ascesa di Arturo Ui, di Bertolt Brecht, regia di Claudio Longhi (2012/2013)

Il dolce mondo vuoto, di Francesca Staasch, regia di Francesca Staasch (2012)

Sallinger, di B.M. Koltès, regia di Claudio Longhi (2010)

Voci sorde, di B.M. Koltès, regia di Claudio Longhi (2010)

La solitudine dei campi di cotone, di B.M. Koltès, regia di Claudio Longhi (2010)

Io parlo ai perduti, di R. Barbolini, regia di Claudio Longhi (2010)

La notte dei musei – Gli Orazi e i Curiazi, di L. Micheletti (2010)

La notte poco prima della foresta, di B.M. Koltès, regia di Claudio Longhi (2009)

Ploutos, o della ricchezza, regia di Massimo Popolizio (2009)

Il mondo della luna, di C. Goldoni, regia di Claudio Longhi (2009)

La notte dei musei – L’abitudine all’energia, di Claudio Longhi (2009)

Fontamara, di Ignazio Silone, regia di Michele Placido (2009)

Il lancio del nano, regia di A. Massarenti (2008)

Prigionieri delle parole, di E.A. Poe, regia di Claudio Longhi (2008)

Prendi un piccolo fatto vero, da E. Sanguineti, regia di Claudio Longhi (2008)

I mercati invisibili, regia di Claudio Longhi (2008)

Ve lo faccio vedere io il teatro, a cura di Claudio Longhi (2008)

Antigone, di Sofocle, regia di Walter Le Moli (2007)

Gli incostanti, di Middleton e Rowley, regia di Walter Le Moli (2007)

Il matrimonio di Figaro, di P.A. De Beaumarchais, regia di Claudio Longhi (2007)

A voi che mi ascoltate, di L. Anagnostaki, regia di Victor Arditti (2007)

Orlando in Paradiso, da L. Ariosto e D. Alighieri, regia di Lino Guanciale (2007)

Yugen o dell’incanto sottile (2007)

Biblioetica: istruzioni per l’uso, regia di Luca Ronconi e Claudio Longhi (2006)

Atti di guerra, di E. Bond, regia di Luca Ronconi (2006)

La Philosophie dans le boudoir, di De Sade, regia di Claudio Longhi (2006)

In forma di piacere (2006)

Omaggio a Sanguineti, a cura di Claudio Longhi (2006)

Omaggio a Lucrezio, a cura di Edoardo Sanguineti (2006)

Lo zio, regia di Claudio Longhi (2005)

Salambò, di G. Flaubert, regia di Claudio Longhi (2005)

Storie naturali, di E. Sanguineti, regia di Claudio Longhi (2005)

Cos’è l’amore, regia di Claudio Longhi (2004)

La peste, di A. Camus, regia di Claudio Longhi (2005)

Edipo e la sfinge, di H. Hoffmansthall, regia di Claudio Longhi (2005)

No al fascismo, di Mario Ferrero (2003)

Scenari del Novecento, di Lorenzo Salvati (2003)

A solo, di Lorenzo Salvati (2003)

Romeo e Giulietta, regia di Gigi Proietti (2003)

Caligola, di A. Camus, regia di Claudio Longhi (2003)

Quel che sapeva Maisy, regia di Luca Ronconi (2002)

Frammenti d’amore, di Pino Passalacqua (2002)

Viaggio nell’avventura di Pinocchio, regia di Maria Brigida Cuscona (2002)

I Persiani, esercitazione curata dal maestro P. Passalacqua (2001)

La zattera di Odisseo, di G. Ciaccia (1999)

La quinta stagione, regia di G. Ciaccia (1998)

 

Cortometraggi

2018 Pepitas – di Alessandro Sampaoli – MINI FILMLAB

2017 Io sì tu no – Regia di Sydney Sibilia

2017 Il regalo di Alice – Regia di Gabriele Marino

2016 L’ombra di Caino – Regia di Antonio De Palo

2015 Retro – Fat Call Cool

2015 Sleeping Wonder-Short Movie – Regia di Alberto Rizzi

2013 Lao – Regia di Gabriele Sabatino Nardis

2010 Tetragoni – Regia di Giuseppe Schettino

2009 Banditi

2005 Il colpo di pistola – Corto U.I.C. giovani talenti

2003 Tre cortometraggi per il progetto “60 secondi alla fine” di CUT Network per conto di SKY, PulizieIl SimposioDobbiamo parlare

 

Doppiaggio
2018 Show Dogs – Regia di Raja Gosnell – Voce del “Cane Trafficante”

2016 I Medici – voce di Cosimo de’ Medici (Richard Madden) – Prod. Lux Vide

 

Premi e riconoscimenti

Premio “Nastro d’argento” come migior attore protagonista per il corto “Il regalo di Alice” di Gabriele Marino

Premio Culturale MuMi, come miglior attore dell’anno (2017)

CinèCiak d’oro, come attore per il film I peggiori di Vincenzo Alfieri (2017)

Premio Flaiano, come attore co-protagonista del film Un’avventura romantica (2017)

Premio “Le radici nel cuore” (2016)

Premio Migliore Attore di Fiction al Magna Graecia Film Festival (2016)

Premio Flaiano per l’Abruzzo (2016)

Premio Civiltà dei Marsi nella sezione Teatro e Fiction Tv (2016)

Premio Flaiano, come attore rivelazione dell’anno (2015)

Premio Personalità dell’anno come attore (2016)

Golden Spike Award al Social World Film Festival (2015)

Premio Speciale Ubu 2013 per l’impegno nel reinventare la funzione sociale del teatro con Il ratto d’Europa (2013)

Premio come spettacolo dell’anno con La resistibile ascesa di Arturo Ui (2011)

Premio Gassman (2003)

 

Attività e Sport

Pianoforte – Chitarra – Flauto

Nuoto a livello agonistico – Rugby (Selezione Nazionale Under 16 – Under 19) – Calcio – Atletica leggera

Tessitura vocale: Tenore.

 

 

Insegnamenti

Dal 2005 affianca all’impegno attoriale l’attività di insegnamento e divulgazione
Scientifico-teatrale negli Istituti scolastici medio superiori e nelle Università

Tiene nel 2006 un corso di regia e scenografia all’Università IUAV di Venezia
intitolato: “I nostri Antenati: il teatro di domani fra esperienza e tradizione”